Ultimate magazine theme for WordPress.

Pavimenti galleggianti, caratteristiche e vantaggi

2

I pavimenti galleggianti rappresentano una delle ultime soluzioni proposte per pavimentare gli esterni di ambienti di lavoro e abitazioni private. In questo articolo vogliamo approfondire caratteristiche e i principali vantaggi dello specifico prodotto, insieme alle principali metodologie di utilizzo.

Pavimento galleggiante: le caratteristiche

Il pavimento galleggiante, chiamato anche pavimento sopraelevato, è un sistema di pavimentazione particolarmente adatto – e per questo utilizzato – in ambienti di lavoro. Si compone di una superficie calpestabile sopraelevata rispetto al livello classico del pavimento, sotto la quale resta libero uno spazio in cui installare dispositivi di riscaldamento, cablaggi, tubature o fili elettrici. Nelle intercapedini tra un pannello e l’altro, inoltre, è possibile prevedere il passaggio di piccoli cablaggi, oppure il semplice scorrere dell’acqua piovana quando lo spazio è all’aperto.

I migliori pavimenti tecnici sopraelevati possono essere costituiti da tante tipologie di materiali: l’importante è che le superfici mantengano il carattere di versatilità e siano esteticamente gradevoli. Potrete dunque optare tra pavimentazioni in finto legno, in cemento, in pvc o in plastica, in base alle vostre preferenze.

Abbiamo detto che i pavimenti galleggianti vengono preferiti in ambienti lavorativi. Tuttavia possono essere impiegati anche in abitazioni private, perché le loro caratteristiche si sposano perfettamente con giardini, bordi piscina, balconi, portici e verande. Le pavimentazioni sopraelevate vengono anche utilizzate in contesti architettonici di particolare pregio storico e artistico, quando occorre garantire un nuovo piano di calpestio senza intaccare quello sottostante.

I vantaggi dei pavimenti galleggianti

Il primo vantaggio in assoluto del sistema di pavimentazione è dato dalla facilità di installazione e dall’elevata sostituibilità. In caso di ristrutturazioni, infatti, i pannelli possono essere facilmente smontati e disposti diversamente rispetto alla scelta originale. Caratteristica che li rende perfetti per impianti in espansione od uffici open space dove le disposizioni dell’ambiente vengono cambiate frequentemente. In gergo la loro installazione viene definita “posa a secco”, ovvero una stesura dei vari pannelli a incastro, condizione che non richiede l’utilizzo di sostanze adesive, materiali edilizi o colle.

Tra i vantaggi menzioniamo anche l’elevata resa estetica del risultato e l’elevata protezione dalle escursioni termiche, come ad esempio le gelate negli inverni rigidi, l’afoso caldo estivo o le infiltrazioni d’acqua e di umidità. L’intercapedine tra calpestio e pavimento, inoltre, consente il passaggio di impianti e tubature che con l’utilizzo di altri materiali richiederebbero un’opera muraria vera e propria. Infine la possibilità di pulizie profonde e di igienizzazioni, sollevando i pannelli dalla loro regolare posizione calpestabile, senza forzature o interventi di una mano esperta.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy