Aprire un negozio online, i primi consigli

Siamo in recessione. Ma è un buon motivo per arrenderci? No, mai!

Per questo è tempo di mettersi in gioco e proporre all’italiano medio degli affari che non possono rifiutare! Ma in che modo farlo, esattamente?

Specifichiamo noi qualcosa che magari è opportuno seguire per riuscire a sfondare il più possibile nel mercato italiano tramite un negozio online.

Proponete un idea originale per il vostro negozio online

Questo è estremamente importante!

Se riuscite ad inventarvi qualcosa che è unico a voi, la concorrenza è praticamente azzerata (almeno all’inizio!). Create un nuovo sistema che può essere utile a parecchie persone, e magari anche discretamente accessibile: così vi potete assicurare un buon mercato.

Create un portale web e curatelo in maniera dinamica e moderna

Un buon sito web è la base per tutto, ma naturalmente prendete in considerazione che deve essere facile da navigare (per PC e smartphone) e presentare cose come offerte intelligenti, programmi interni (o Widget)…insomma, fate sentire il vostro sito come “fresco” e che può quindi essere un bel posto da visitare.

Pubblicizzatevi, ma nel modo giusto

Chiaramente, non mancate di farvi sentire!

Ma non fatelo con invasività, è l’ultima cosa che la gente vuole vedere in luoghi come Facebook o Twitter.

Piuttosto, create dei piccoli concorsi o regalate qualche buono sconto in certe precise condizioni, come condividere le vostre offerte o fare da “passa parola” senza coinvolgere direttamente voi.

Non fatevi mai mancare l’ultimo grido del momento

A tal proposito, indagate sempre su cosa va in voga e provvedete di conseguenza.

Va forte Fortnite? Allora procuratevi qualsiasi cosa che riguarda quel gioco, o adattate parte del vostro sito apposta per quel gioco. Meglio ancora se riuscite a creare qualcosa per fornire un supporto agli appassionati di qualche serie videoludica, che avete inventato solo voi. Vedrete che visite…

Infine, organizzate sempre bene i metodi di pagamento

Date la possibilità di usare metodi molto conosciuti come Paypal e offrite la possibilità di usare anche mezzi più “antichi” come il bonifico e il contrassegno.

Se proprio vi sentite avventurosi, potete provare anche ad accettare pagamenti con bitcoin.