Computer Vision vs Machine Vision

Computer vision e machine vision sono termini diversi anche se alcune tecnologie sono sovrapposte.

La computer vision si riferisce in termini generali alla cattura e all’automazione dell’analisi delle immagini, con particolare attenzione alla funzione di analisi delle immagini in un’ampia gamma di applicazioni teoriche e pratiche.

La machine vision invece si riferisce tradizionalmente all’uso della computer vision in un’applicazione o processo industriale o pratico in cui è necessario eseguire una determinata funzione o risultato basato sull’analisi dell’immagine effettuata dal sistema di visione. Il sistema di visione utilizza il software per identificare funzionalità pre-programmate. Il sistema può essere utilizzato per attivare una serie di “azioni” impostate in base ai risultati.

Dove arriva la visione artificiale: ecco un esempio pratico

Ad esempio, in un impianto di imbottigliamento nel settore alimentare e delle bevande, il sistema di visione può essere utilizzato per identificare più cose. Può verificare che la bottiglia vuota sia priva di danni e oggetti estranei. Può verificare il corretto livello di riempimento del prodotto corretto e può verificare che venga utilizzata l’etichetta corretta e che la stessa sia posizionata correttamente. Può verificare che il coperchio o il tappo sia posizionato e adeguatamente sigillato. Può verificare che la data o il codice identificativo appropriati siano stati aggiunti alla bottiglia nella posizione desiderata. A seconda di cosa è stato programmato il software di sistema, il sistema può attivare una serie di azioni basate su una varietà di risultati. Ad esempio, è possibile inviare determinati prodotti su una linea di confezionamento specifica o reindirizzare i prodotti difettosi o anche interrompere una linea di produzione.

computer vision vs machine vision

I componenti tecnologici della visione artificiale

I componenti di una visione computerizzata di base e di un sistema di machine vision sono generalmente gli stessi:

  • Un dispositivo di imaging, di solito una fotocamera che contiene un sensore di immagine e un obiettivo
  • Una scheda di acquisizione immagini o un frame grabber (in alcune fotocamere digitali che utilizzano un’interfaccia moderna, non è richiesto un frame grabber)
  • Una illuminazione appropriata per l’applicazione specifica
  • Un computer. In alcuni casi, come per le “fotocamere intelligenti” in cui l’elaborazione avviene nella fotocamera, potrebbe non essere necessario un computer
  • Un software di elaborazione delle immagini

Conclusione

Le linee di demarcazione tra computer vision e machine vision si sono confuse nel corso degli anni e oggi il termine machine vision viene utilizzato anche in ambienti non industriali come la sorveglianza di alto livello, le applicazioni biomediche o biologiche, ed anche nella possibilità di migliorare le capacità di un motore di ricerca di fornire il riconoscimento basato su immagini.