Ultimate magazine theme for WordPress.

Un nuovo museo a Manhattan per tutti gli appassionati di gelato

15

Gli appassionati del gelato non potranno perdere questa golosa occasione di visitare uno dei più grandi musei del mondo completamente dedicato a questa bontà: il Museo del Gelato ha aperto a Manhattan ed è caratterizzato da ben tre piani, per oltre duecento metri quadrati di estensione. Per poter visitare questo particolare museo, naturalmente, sarà necessario recarsi negli Stati Uniti. Ma come organizzare al meglio il viaggio?

Il museo del gelato – Museum of Ice Cream (MOIC)

Tra le nuove mete turistiche di New York dall’autunno del 2019 vi è anche il MOIC, ossia il museo del gelato. Si tratta di un luogo in cui non solo è possibile gustare un’elevata varietà di gusti e tipi differenti di gelato, ma anche dove poter godere di esperienze sensoriali sempre nuove. Situato a Manhattan, il Museo del Gelato non è una vera e propria novità visto che esiste da diversi anni: fino all’autunno del 2019, però, era itinerante e si muoveva soprattutto tra le principali città degli USA. Questo significava aperture brevi nei mesi estivi con difficoltà nel poter trovare i biglietti che divenivano subito Sold Out.

Negli ultimi tempi, tuttavia, la comunità di New York ha fatto richiesta per una sede permanente e in breve tempo è nato il Museo del Gelato. Oltre a installazioni, storia del gelato, mostre e innovazioni sul gelato, il Museo propone continue degustazioni dei gelati classici o delle ultime ricette, nonché la oramai famosa Sprinkle Pool, una piscina fatta di diavoletti di zucchero in cui potersi tuffare davvero! E per gli appassionati dei social, va sottolineato che tutte le installazioni e le vetrine del museo possono essere fotografate liberamente e condivise.

Il Museo del Gelato non è una meta dedicata solo ai bambini o ai golosi: rappresenta infatti un luogo di cultura, in cui imparare moltissimo sulla storia di questo alimento, sulle modalità di preparazione e sulla sua distribuzione nel mondo. Attenzione all’acquisto dei biglietti, pero: questi possono essere acquistati solo online e non vengono venduti all’ingresso. Il biglietto verrà inviato via mail e potrà essere presentato direttamente come codice dal proprio smartphone.

Recarsi negli USA: il visto ESTA

Per poter visitare il Museo del Gelato è necessario assicurarsi di avere passaporto e visto in regola. Oggi, grazie allo snellimento della burocrazia la pratica per ottenere il visto è molto più rapida. I cittadini italiani, nonché quelli di una serie di nazioni appartenenti al Visa Weiver Program, potranno infatti evitare lunghe attese in Consolato o in Ambasciata per richiedere il visto elettronico ESTA, in quanto potranno effettuare la richiesta online del visto per gli Stati Uniti d’America. La procedura online è molto semplice: basterà compilare tutti i campi obbligatori, ossia quelli relativi ai dati personali e al documento di riconoscimento, nonché alle motivazioni per cui ci si reca negli USA.

Il visto ESTA è un codice che viene collegato al passaporto: per questo motivo è fondamentale assicurarsi di avere un passaporto in corso di validità sia al momento della richiesta dell’ESTA che per tutta la durata della permanenza su suolo statunitense.

I tempi di attesa per l’ottenimento dell’ESTA sono molto brevi: solitamente esso viene rilasciato entro 48 ore. Per motivi di sicurezza si consiglia di fare richiesta entro 72 ore dalla partenza. Bisogna poi ricordare che la durata del visto elettronico è di due anni dalla data di rilascio, durante i quali sarà sempre possibile recarsi negli USA purché la permanenza non superi 90 giorni consecutivi. Inoltre va sottolineato che ogni anno non sarà possibile registrare più di 180 giorni di permanenza su territorio statunitense.

ESTA turistico o business?

Si si ha intenzione di volare negli USA per vacanza o relax, si potrà richiedere l’ESTA turistico. Se, invece, ci si dovrà recare negli Stati Uniti per incontri di lavoro, congressi, convention o per incontrare clienti o fornitori, si dovrà procedere con il visto business. A questo proposito si vuole ricordare che il visto business non è sufficiente se si vuole andare negli Stati Uniti per cercare un lavoro né tanto meno se ci si reca per studiare presso un’Università. In questi casi, infatti, si dovrà fare richiesta del visto standard e recarsi presso il Consolato o l’Ambasciata per la compilazione della modulistica e per procedere con il colloquio valutativo. Per chi vuole iscriversi all’Università, inoltre, deve essere associata la lettera di ammissione dell’Università stessa.

Per concludere

Per godere in pieno delle dolcezze del Museo del Gelato di New York è necessario dedicare qualche ora alla visita, in modo da poter assaggiare tantissimi gusti e visitare tutte le installazioni presenti. Naturalmente, prima di partire è fondamentale assicurarsi di avere tutte le carte in regola: oltre al passaporto in corso di validità non va dimenticato il visto specifico, da richiedere online e associare al proprio passaporto.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy